off

Una mattina tra arte, storia e spiritualità

 

Sabato 26 ottobre un gruppo di soci di Arcantarte è stato in visita alla mostra del Centenario alla Casa Madre delle suore di Iolo.

Ricorrendo questo anno il centenario della morte di Don Didaco Bessi pievano di Iolo e fondatore della Congregazione delle Suore Domenicane di Santa Maria del Rosario è stata allestita nell’ingresso, da via Guazzalotri, una mostra fotografica che ripercorre la vita di Don Didaco e della Congregazione fondata nel 1895. Nel percorso espositivo è stata sottolineata la vitalità e modernità del “seme” messo a dimora da Don Didaco e come, grazie anche alle intuizioni di Madre Rosa, sia fiorito e stia portando frutti in tante parti del mondo.

La mostra continua al primo piano con una serie di oggetti appartenuti al parroco di Iolo e alle prime Suore.

Sempre al primo piano si trova la “Cappella delle origini” luogo di preghiera privato delle suore allestito artisticamente dall’artista pratese Gabriella Furlani in vista di questo Centenario.

Con un appassionato racconto l’artista stessa ci ha illustrato la storia del luogo, la genesi dell’opera e la sua realizzazione.

Il “rinnovo” della Cappella è avvenuto tramite il recupero e la valorizzazione di oggetti dimenticati, scarti che sono divenuti parte centrale nella composizione .

Dal tabernacolo scaturisce tutta l’energia: la parete con il Cristo Risorto e Maria ci avvolgono in un abbraccio. L’uso di materiali e tecniche antiche come il marmorino e l’affresco, l’esperto gioco dei rilievi e curve è messo in evidenza dal sapiente uso che l’artista fa della luce.

 

Gabriella Furlani non è nuova a esperienze di arte in luoghi sacri.

La sua prima esperienza è stata proprio nel 1997 per la cappella di Villa Martelli, Casa Generalizia delle Suore di Iolo.

Grazie all’accoglienza delle Suore e alla disponibilità di Gabriella Furlani per questi momenti di grande emozione.

                                                                                 Antonella Nannicini

 

 

 

Autore